Guida turistica: cosa vedere a Barcellona in pochi giorni

Hai prenotato un week end a Barcellona? Ottima scelta! Ad oggi Barcellona è tra le città più visitate d’ Europa. Resterai incantato guardando le meravigliose opere architettoniche di Gaudì, potrai assaporare l’ottima cucina dei migliori ristoranti, divertirti nella piacevole movida della città e camminare sulle sue fantastiche spiagge. Se hai intenzione di fare un viaggio all’insegna del divertimento, Barcellona è il posto giusto. Potrai dedicarti ad uno shopping sfrenato per le famose strade affollate de Las Ramblas, ricche di negozi, bar e localini caratteristici. Scopriamo insieme cosa vedere a Barcellona in 3 giorni selezionando con cura le cose migliori da non perdere.

LE 5 ATTRAZIONI DA NON PERDERE

  1. Sagrada Familia. La basilica, capolavoro dell’architetto Gaudì, è situata al centro della città. Non puoi perderti le magnifiche facciate (Natività e Crocifissione), le meravigliose sculture e la vista mozzafiato dall’alto delle sue torri dell’intera città di Barcellona . Poiché il capolavoro di Gaudì è l’attrazione più visitata di tutta la città, è consigliabile prenotare i biglietti qualche giorno prima sul sito ufficiale.
  2. Le Ramblas. Una tappa obbligatoria è sicuramente la lunga passeggiata sul viale de Le Ramblas. Qui potrai vedere statue viventi, cartomanti, artisti di strada, i mosaici di Mirò e tantissimi bar molto caratteristici. Percorri tutto il viale partendo da Plaça de Catalunya fino ad arrivare alla statua di Cristoforo Colombo.
  3. La Pedrera. E’ chiamata anche “Casa Milà” ed è un altro dei capolavori di Gaudì. Non perdetevi la sontuosa facciata, il tetto bizzarro e gli interni meravigliosi. Oggi la Pedrera ospita al suo interno un museo dedicato a Gaudì con mostre gratuite e un appartamento d’epoca volto a riprodurre il classico alloggio della borghesia dell’800.
  4. Parc Güell. Quest’altra meravigliosa opera architettonica di Gaudì è stata dichiarata Patrimonio Mondiale dall’UNESCO. Mentre passeggi in questo parco avrai la sensazioni di essere in una fiaba fatta di statue di animali dai colori vivaci, porticati ondulati che ritraggono le onde marine e una splendida terrazza dove è possibile ammirare il mare.
  5. Museu Picasso. Nei pressi de le Ramblas, nel quartiere La Ribera, sono situati dei palazzi medievali in cui è posto il museo di Picasso. L’artista amava molto la città di Barcellona ed è proprio qui che si trova la sua più grande collezione di opere giovanili tra cui la famosa serie di dipinti Las Meninas.

Se ti stai chiedendo come muoversi a Barcellona, è molto semplice! Nella capitale catalana i mezzi pubblici funzionano molto bene, pertanto un ottimo metodo per spostarsi con facilità senza spendere tanto è quello di farsi un abbonamento e, grazie alla tessera ricevuta, viaggiare illimitatamente per 2 o più giorni sui principali mezzi pubblici della città come metro, tram, bus, Ferrocarril e la funicolare di Montjuic.